Cucina Tradizioni e Curiosità

In cucina con Anna: Carciofi ripieni gratinati

In cucina con Anna: Carciofi ripieni gratinati

 

La ricetta di oggi, preparata da Anna Maria Sparano, è a base di carciofi, un ortaggio originario dei paesi del bacino del Mediterraneo orientale. L’Italia è uno dei principali produttori insieme alla Spagna e viene coltivato prevalentemente in Puglia, Campania, Sicilia, Sardegna, Lazio e Toscana e presenta diversi tipi di varietà. Ecco per voi i Carciofi ripieni gratinati-

 

Curiosità benefici– Fin dall’antichità il carciofo è stato un prodotto importante per i fitoterapisti di Egizi e Greci, costituiti principalmente da acqua e fibre vegetali, utili per stimolare il buon funzionamento dell’intestino. Essi rappresentano una fonte importante di preziosi sali minerali, tra i quali troviamo sodio, potassio, fosforo e calcio, ricchi di ferro. Inotre ha proprietà antiossidanti, epatoprotettive e anticellulite.

 

Ingredienti: carciofi; mollica di pane; aglio; prezzemolo;acciughe;capperi; olio di oliva

Preparazione

Pulire per bene i carciofi e togliere le foglie esterne e romperli in due metà, sbollentarli in acqua salata, non cuocere completamente. Lasciare scolare e preparare: Mollica di pane sbriciolata,aggiungere pepe nero; formaggio parmigiano o pecorino romano, grattuggiato, prezzemolo tritato,aglio tritato, qualche acciuga, capperi e se è di gusto olive. Riempire il carciofo sfoglia per sfoglia di questo preparato. In una teglia aggiungere uno strato leggero di olio di oliva e acqua, adagiare i carciofi ripieni, bagnare nuovamente con l’ acqua e cospargere con un filo d’ olio. Infornare a 180 gradi o friggerli secondo le preferenze. A cottura ultimata, sempre se di gradimento aggiungere una fettina di caciocavallo e lasciarla sciogliere.

Consigli: Se si aspetta prima di prepararli o mentre si puliscono, una volta sbollentati lasciarli in una ciotola con acqua e un limone tagliato a pezzi, così da non farli annerire. Anche durante la bollitura, se si preferisce, si possono cuocere con il limone sempre per non far perdere il colore al carciofo

Buon appetito!

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *