Comunicati

Chi ha paura di Gino Strada Commissario della Sanità Calabrese?

Chi ha paura di Gino Strada Commissario della Sanità Calabrese?

Le dichiarazioni del Presidente f.f. e del suo segretario nazionale Salvini sull’eventualità di affidare la sanità calabrese a Gino Strada ha aperto una discussione allinterno dell’alveo politico calabrese e nazionale, al punto che, durante il question time della Camera, l’on. Domenico Furgiuele (lega) avverte (a nome di tantissimi calabresi!!!) che l’eventuale nomina di Gino Strada sarebbe oggetto di problemi di ordine pubblico, sottovalutando la pentola a pressione che cè in Calabria, la stia portando allesasperazione, così come è successo a Reggio Calabria, volete che scoppiano i moti, accomodatevi, saranno i moti della Calabria del 2020!
Il movimento per l’equità TERRITORIALE di Pino Aprile che ha lanciato con forza il nome di Gino Strada, subito condiviso da importanti settori della società e della politica, di fronte a queste dichiarazioni esprime tutta la sua preoccupazione in merito alle reali intenzioni di boicottare una figura di altissimo profilo mondiale, ricordando due cose: la prima, oltre il 70% del bilancio regionale è assorbito dalla Sanità (oltre 5 miliardi di euro allanno), la seconda, le dichiarazioni del procuratore Gratteri che ricordava come i guadagni della ‘ndrangheta nella sanità sono pari a quelli fatti con la cocaina!
Sicuramente le dichiarazioni contro il nome di Gino Strada non hanno queste intenzioni, e pertanto chiediamo a tutte le forze politiche e civiche calabresi di unirsi nella richiesta al Governo nazionale, allunanimità, di affidare la Sanità Calabrese a Gino Strada.
Non possiamo permetterci pensieri dietrologici in un momento così delicato in cui tutti i principali nosocomi calabresi sono sullorlo del collasso.
A temere la nomina di un grande e incorruttibile organizzatore della sanità possono solo essere i sistemi di potere e corruzione collegati alle massomafie che perderebbero il controllo del territorio e dei voti attraverso la SANITÀ.

Il Comitato di REGGENZA CALABRIA del Movimento 24 Agosto EQUITÀ TERRITORIALE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *